Synopsis: Mona Lisa

von Max von Schillings


Nel prologo (che formalmente appartiene tuttavia alla prima parte del primo atto) a Firenze, una coppia in viaggio di nozze, guidata da un giovane converso, visita il palazzo della Gioconda, ora dei frati della certosa, dove nel 1492 si sarebbe verificata la tragedia della donna immortalata dal celeberrimo quadro di Leonardo da Vinci (noto in Germania solo col titolo di Mona Lisa ). Il converso inizia il suo racconto, il palcoscenico si fa buio e i tre personaggi si trasformano nei tre protagonisti della vicenda ambientata, appunto, nel rinascimento fiorentino. Si festeggia il carnevale nella casa di Francesco del Giocondo mentre sua moglie Fiordalisa, dal misterioso sorriso, torna dalla chiesa. Giovanni de’ Salviati, un amico di gioventù di Mona Lisa, sopraggiunto onde acquistare per conto del papa da Francesco una preziosa perla, rivedendola sposata e infelice, in un momento propizio cerca di convincerla a fuggire con lui; al ritorno del sospettoso Francesco, Giovanni non trova altro rifugio che il forziere dei gioielli del padrone di casa, ermeticamente chiuso dallo stesso prima di gettar via l’unica chiave, chiesta invano dalla donna disperata. Nel secondo atto, la mattina del mercoledì delle ceneri, Dianora riporta a Mona Lisa la chiave, caduta nella sua barca ormeggiata sul Lungarno, ma per Giovanni non c’è più nulla da fare; Mona Lisa, tuttavia, fingendo di averla ritrovata per tempo, induce il marito a controllare egli stesso nell’armadio: appena entratovi, ella lo chiude dentro, soffocandolo come il marito aveva assassinato il rivale. Mona Lisa crolla, sopraffatta dall’orrore. Nell’epilogo, ambientato come il prologo all’epoca della composizione dell’opera, nella stessa casa del primo atto, la sposa, visibilmente scossa, non potendo il converso darle ulteriori ragguagli sulla Gioconda, esce dalla sala, facendo cadere un piccolo mazzo di iris bianchi; iris che erano stati i fiori preferiti di Mona Lisa.